Collezioni di viaggio: qual è la vostra?

Turisti, escursionisti, viaggiatori, pionieri, avventurieri: qualunque sia il vostro stile di viaggio, ognuno al ritorno vuole conservare un pezzettino delle meraviglie esplorate. E se ogni lezione di economia del turismo ci insegna che il viaggio è il prodotto immateriale per eccellenza, piccoli elementi tangibili possono contribuire a mantenerne vivo il ricordo. Fotografie, cartoline, diari di viaggio: il materiale visivo, tangibile, aiuta a tornare indietro e rivivere, seppur solo nella memoria e per breve tempo, le esperienze vissute fuori.

I negozi di souvenir si sbizzarriscono a tal proposito proponendo la mercanzia più varia, dalle classiche cartoline ai prodotti più svariati a seconda delle usanze locali. Tazze, bicchieri, boccali di birra, piattini, gallerie fotografiche, cappellini e borsette, portachiavi e magliette sono i più comuni tra gli articoli di viaggio facili da trovare ovunque.

E nonostante i negozi di souvenir siano ciò che di più innaturale e standardizzato possa trovarsi in una destinazione, personalmente, almeno un qualcosa di uguale di ogni luogo che visito devo averlo. E dunque ecco le collezioni di viaggio mie e della mia famiglia, probabilmente banali ma… vedere uno stesso oggetto per ogni posto visto alla lunga fa un bell’effetto, ve lo dico!

Shot glass 

Ecco la mia debolezza commerciale in viaggio: shot glass!

Palle di vetro

Collezione della sorella maggiore di Viaggiatrice.

 

 

 

 

 

 

Ma il primo premio, il premio per la collezione più originale che conosca attualmente, va (ebbene sì, devo ammetterlo) a mio padre:

 

Collezione delle sabbie delle destinazioni balneari del mondo, naturalmente solo da luoghi da cui prendere una piccola quantità di sabbia non sia considerato reato. Abbiamo qui sabbie da numerose destinazioni di Italia, Francia e Scozia, ma i pezzi forti sono le sabbie dal Venezuela, Seychelles, Mauritius e Malaysia. Tutto confezionato con tappo di sughero, spago ed etichetta in legno rigorosamente scritta a mano. Eh, già: una collezione meravigliosa!

 

E voi, qual è la vostra collezione?

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Annunci

Pubblicato il 28 settembre 2012, in Oltre il viaggio con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 6 commenti.

  1. Se posso permettermi di fare una domanda… Le bottigliette e le etichette per la sabbia dove le avete acquistate? Sono meravigliose!

    • Ciao Ilaria, grazie mille! le bottigliette sono quelle dei succhi di frutta in vetro, i tappi sono quelli di sughero delle bottiglie di vino. Le etichette le fa mio padre a mano, scolpendo la forma nel compensato e scrivendo i nomi 🙂

  2. Io della mia collezione ho parlato nel mio ultimo post, ovvero una copia di 1984 di George Orwell tradotto nella lingua del luogo. Però non è facile trovarlo sempre e se visito nazioni che parlano la stessa lingua non sto a ricomprarmelo.

  3. Noi collezioniamo mug, ovvero le italianissime tazzotte da te, che riempiono ormai un paio di ripiani nella vetrina “buona” , e i magneti da frigo, e sogno uno di quei mega-frigo metalizzati all’americana a due ante per tappezzarlo completamente di magnetini …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: