Meine Leben in Deutschland. Prime impressioni della vita in Germania

Signore, signori, viaggiatori, viaggiatrici.

Ben ritrovati!

Mi è mancato da morire scrivere per questo blog! Sfortunatamente alcune vicende hanno portato la vostra viaggiatrice lontano dalle avventure delle partenze per qualche mese, dunque eccoci qui, a distanza di quasi un anno dall’ultimo viaggio, a narrare di terre lontane se non proprio geograficamente, culturalmente e di abitudini.

Sono solo cinque i giorni che ho trascorso qui in Germania, e ancora non ho avuto l’occasione di viverla granché essendo alle prese con la nuova sistemazione, le pratiche dell’università, tasse, permessi di residenza, trasloco… e sì, anche escursioni (prevista per la prossima domenica, finalmente!)

Che dire, dunque? La prima impressione è quella che precisamente ci si aspetta da un paese come la Germania: ordine, precisione, organizzazione, pulizia, efficienza, chiarezza nelle informazioni, professionalità. E sì, una certa carenza e riluttanza nel parlare in inglese… che sta creando non poche situazioni imbarazzanti o figure poco ortodosse alla qui presente signorina, che quanto a tedesco è ancora a livello “i gesti li capite?!”Immagine

Tuttavia, lentamente, con calma e tanta pazienza, un minimo di comunicazione nella lingua autoctona sono riuscita a raggiungerla. Roba di tre – quattro parole alla volta… ma rispetto allo zero iniziale già andiamo meglio, no? 🙂

Tra tutte le cose da fare fortunatamente ho fatto in tempo a fare una bella gita a Berlino, il primo giorno in cui sono arrivata: un’abbondante mattinata in cui ho girato a piedi tutto ciò che era possibile girare a piedi… La Porta di Brandeburgo, storico simbolo cittadino e dell’intera Germania, secondo i più; l’imponente costruzione del Duomo, l’isola dei musei, i resti del muro (conservato integralmente in un tratto indicato come i “Mauerreste”), la vibrante Alexanderplatz con i suoi caratteristici chioschi di Thuringen Bratwurst. A livello monumentale poco impressionante (opinione personalissima della redattrice), Berlino è sicuramente una città da vivere, attivissima dal punto di vista culturale e degli eventi. Non mancherà certamente occasione di conoscere meglio questa facciata.

ImmagineVeniamo ora al luogo dove passerò i prossimi (minimo!) due anni della mia vita… la ridente Cottbus, sede della più grande università della regione di Brandeburgo. Con i suoi circa 110 mila abitanti, la città si presenta quieta e attiva allo stesso tempo, e non sembra che sia così popolosa: sarà forse a causa degli immensi, sconfinati spazi che il centro cittadini (e non solo) offre? Le strade sono immensamente larghe, i marciapiedi come quelli di qualsiasi via centrale; aree verdi e piazze si aprono in ogni dove, un trionfo di spazi aperti che mette quasi a disagio. Il verde è certamente il colore predominante in città: parchi e siepi sono ovunque, ben curati e, naturalmente, senza neanche mezza carta o sigaretta a terra, merito di una civiltà e senso del pubblico che purtroppo nel belpaese ancora sogniamo. La caratteristica Altstatd, la città vecchia, offre un grazioso insieme di caratteristici caffè e bistrot, nei quali poter gustare sia piatti tipici tedeschi che ricette internazionali. Sono molti anche i ristoranti di cucina europea, tra cui naturalmente italiani (ne ho contati quattro solo in centro) e greci. Ho esplorato solo il centro per ora, sarei curiosa di trovare qualche sporco sconosciuto bettolone dove l’inglese non sanno nemmeno cosa sia 😉 Immagine

Spero di potervi scrivere presto altro, ci sono così tante cose da fare e da vedere… a partire dall’escursione in canoa sulla Sprea attraverso l’omonima riserva forestale, organizzata dall’università, alla quale prenderò parte tra tre giorni.

Tanti saluti dalla vostra viaggiatrice, dalla terra dei Crucchi!

Grüßen aus Deutschland!

Annunci

Pubblicato il 26 settembre 2013, in Diario di bordo, Long tours, Oltre il viaggio con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Brava! Pensa che eravamo vicinissimi, io sono appena rientrato da una mini vacanza di 4 giorni a Dresda e Lipsia. Amo la Germania.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: