Mercati, mercati, mercati dappertutto

Sono dappertutto… ci stanno invadendo!

No, non sono i gremlins, nonostante la proliferazione dei mercati e delle bancarelle di strada a Kuala Lumpur sia piu’ o meno la stessa: parliamo qui del paradiso del low cost e della tipicita’ della capitale malese, ovvero i milioni di mercatini che spuntano ovunque come i funghi, in ogni angolo e stradina della citta’.

Dai bazaar paradiso degli articoli taroccati di Chinatown fino ai prodotti di artigianato di Central Market alle ghirlande colorate di Little India, la capitale malese e’ un susseguirsi quasi senza tregua di chioschi ambulanti di abbigliamento, street food,  banchetti di frutta e spiedini: la migliore alternativa per chi e’ alla ricerca del vero volto di questo paese, al di la’ dello standardizzato shopping dei grandi centri commerciali (proliferanti quanto i mercati).

I mercati di Kuala Lumpur sono tappa obbligata per chi visita la capitale, dove e’ possibile vedere il vero volto di una citta’ oggi famosa invece per le sue mastodontiche costruzioni moderne e gare con gli Emirati Arabi per chi costruisce il grattacielo piu’ alto del mondo. Rivolgiamo invece gli occhi verso il basso, tra viuzze e vicoletti, e perdiamoci in questi labirinti di spezie profumate e stoffe colorate.

Chinatown

Uno dei mercati piu’ celebri di Kuala Lumpur, Chinatown stupisce per l’immensa varieta’ di beni in vendita. Dislocato su tutta l’area di Jalan Petaling, questo piccolo ma vivissimo mercato offre qualsiasi tipologia di articolo possa venirvi in mente: abbigliamento, orologi,

Azreey 2007 Kuala Lumpur's Chinatown, Petaling street

Ingresso di Chinatown. Copyright: Azreey, 2007. Originale: “Kuala Lumpur Chinatown, Petaling Street”

bigiotteria, pelletteria, souvenir fino alle tradizionali botteghe del te’. Attivo sia di giorno che di notte, Chinatown offre il meglio nelle ore serali, quando aprono i numerosissimi ristoranti e gli stand restano aperti fino a tardi.

Consigliato per: souvenir, articoli taroccati assortiti (borse, orologi, scarpe, accessori per tecnologia, bigiotteria), cenare fuori (ore serali).

 

 

Central Market

Azreei 2005  Kuala Lumpur's historical and vibrant cultural hotspot, Central Market

Ingresso di Central Market. Copyright: Azreei, 2005. Originale: “Kuala Lumpur’s historical and vibrant cultural hotspot – Central Market”

La vostra viaggiatrice ha lasciato il cuore in questo mercato, anch’esso famoso per la quantita’ e la diversa qualita’ di articoli. Central Market, a soli 5 minuti a piedi da Masjid Jamek, offre qualsiasi cosa possa venirvi in mente riguardo l’artigianato tradizionale: vagamente turistico come mercato, ma vale la pena di essere visitato. Troverete qui articoli in legno di ogni dimensione ed utilizzo, da vassoi a contenitori di ogni forma fino alle meraviglie della bigiotteria in legno di cocco, come cinte,  collane e bracciali e borse. Ancora, abbigliamento tradizionale (secondo piano), ristoranti, articoli in peltro, e i migliori dolcetti al cocco che abbia mai provato!

Consigliato per: articoli in legno, artigianato, souvenir caratteristici.

Chow Kit

Prima di visitare questo mercato, vi consiglio vivamente di tapparvi il naso… e non indossare scarpe aperte. Chow Kit, il mercato dei generi alimentari di Kuala Lumpur, è un’esperienza immancabile per chi passa per la capitale malese, ma dovete essere forti di stomaco, uomo avvisato mezzo salvato! Lo adorerete se cercate la vera, autentica vita della popolazione locale, raramente si incontrano europei a Chow Kit anche in alta stagione turistica. Un vero spaccato della vita rurale malese, imperdibile per chi ama l’autenticità.

Consigliato per: cultura tradizionale, generi alimentari

Little India

Stoffe, spezie,  abbigliamento tradizionale, paillettes, ghirlande, profumi, oli per massaggi, trame colorate: tutto questo invece è il quartiere di Little India, un vivace mercato open air in cui l’unica cosa da fare è perdersi tra le decine di bancarelle che la “infestano” sia di giorno che nelle ore serali. Luogo d’insediamento della vivace e numerosa comunità indiana di KL, vi sembrerà di essere catapultati in India senza aver mai lasciato la Malesia! Vi si riempiranno gli occhi in mezzo a tutti quei colori, e vi sarà impossibile resistere alla tentazione dello shopping: non si può non restare innamorati di questo quartiere.

Consigliato per: abbigliamento, street food, oli profumati

Jalan Alor

Il pezzo forte, signori: Jalan Alor non è un vero e proprio mercato bensì una via del quartiere di Bukit Bintang, costellata in tutta la sua lunghezza esclusivamente di ristoranti

Stefan Fussan 2012, The street Jalan Alor in Kuala Lumpur - well known for local food

La via dei ristoranti Jalan Alor. Copyright: Stefan Fussan, 2012. Originale: The street Jalan Alor in Kuala Lumpur, well known for local food”

cinesi. Jalan Alor è imperdibile per chi ama la gastronomia tradizionale, l’atmosfera easy e cenare all’aria aperta: troverete qui il tipico del tipico, piatti della cucina cinese autentica (che credetemi, non ha assolutamente nulla, nulla a che fare con qualsiasi cosa di cinese abbiate mai provato in Italia), pesce grigliato, artisti di strada, chioschi di frutta e di spiedini grigliati o cotti al vapore. Una meta irrinunciabile, ma abbiate l’accortezza di venirci nelle ore serali! L’offerta vincente di Jalan Alor è infatti il pesce grigliato, che offrono solo a cena. La stessa via è praticamente disabitata a pranzo, animata ed affollata la notte. Consigliatissimi i tiger prawns, gamberoni tigre: c’è bisogno veramente di descriverli o basta il nome?

Consigliato per: pesce grigliato, la miglior cucina cinese che abbia mai provato.

Una visita ai mercati cittadini è senza dubbio un’esperienza in grado di soddisfare tutti i sensi, grazie a profumi, colori, deliziosi prodotti locali e morbidissimi tessuti, a Kuala Lumpur come in altre parti del mondo; una risorsa preziosa per esplorare ciò che della città è più caratteristico, lontani da super grattacieli e palazzoni.

Avete bisogno di altro per convincervi a visitarli? 😀

Viaggiatrice Low Cost

Annunci

Pubblicato il 2 agosto 2016, in Escursioni, Long tours, Oltre il viaggio con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: